Baratto Amministrativo

Il meetup “Scalea a 5 Stelle” ha depositato, presso gli uffici comunali, la mozione di baratto amministrativo a supporto delle fasce indigenti per l’adempimento dei tributi comunali, così come prevista dal cosiddetto “Sblocca Italia”. Il “baratto amministrativo” è già utilizzato in altre città. L’utilizzo del baratto amministrativo permetterà, se adottato, anche ai cittadini di Scalea di sopperire ai propri obblighi tributari verso l’amministrazione pubblica in un modo alternativo. Uno strumento semplice e allo stesso tempo importante per dimostrare che l’amministrazione pubblica può avere un rapporto solidale con chi è in effettiva difficoltà economica. La crisi, la crescente disoccupazione, l’incapacità di fare fronte alle crescenti spese delle famiglie, stanno creando disparità sociale. Il meetup “Scalea a 5 Stelle” presenta una mozione per l’introduzione del baratto amministrativo con l’auspicio che questa venga accolta nel più breve tempo possibile. E’ importante che i cittadini di Scalea dispongano di questo strumento per poter sostituire il pagamento di un tributo con il proprio lavoro. Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade oppure interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzabili, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano.

baratto_amministrativo

Primo HangOut

hangout_videochiamata_google_plus_blog.it_
Prima iniziativa online del MU Scalea. Erano mesi, anzi anni, che spiegavo che la piattaforma meetup è finita e offre molto poco per l’organizzazione di un gruppo di lavoro. MeetUp è relegata ai tempi dell’email. Da quando è nata la piattaforma meetup sono cambiati gli strumenti di comunicazione, vedi whatsapp per esempio, ci facilitano le cose, ci rendono maggiormente vicini e aggiornati in tempo reale.
Esiste una piattaforma molto utile, pratica perché necessità solo di un plugin per il brawser ed è decisamente polivalente. Si chiama Google HangOut. Con questa piattaforma “gratuita” è possibile condividere documenti e discutere in modalità webcam in tempo reale con tutti i membri del gruppo. Per me non è una novità l’uso di HangOut in quanto il meetup territoriale lo usava già da un po’.
Quindi lo scorso venerdì (13/11/2015) ci siamo riuniti in un HangOut è abbiamo ascoltato Cono Cantelmi, nell’introduzione, condividere l’esperienza politica delle regionali e dell’iniziativa “cronoprogramma” di Rossano per le amministrative del 2016. Non è mancato l’argomento “fedeltà” inerente ai principi del movimento 5 stelle e qui si è discusso dell’uscita di due eletti calabresi.
Per quanto riguarda Scalea e le amministrative previste per il 2016, siamo arrivati alla conclusione che è necessario predisporre, per ovvie ragioni, anche il programma amministrativo. Per aggregare i cittadini è necessario che tutti facciano la propria parte riscoprendo il ruolo della comunità. Se Scalea riconoscerà di essere una comunità e non un insieme di cittadini dediti al pagamento delle tasse e tributi locali, presto saremo in grado di restituire il “comune” ai cittadini. Niente di più semplice… magari.
Il nodo delle amministrative è legato al solito baratto: si preferisce scambiare il proprio futuro e il futuro dei propri figli per favorire l’amico, il parente, quello che ci ha promesso qualcosa, quello che ci ha dato qualcosa o qualcuno che può esserci utile. Nulla cambierà se in cambio della torta che spetta ai cittadini quest’ultimi si accontenteranno della solita fetta.
Il prossimo HangOut sarà con Samuele Stefanoni (MU di Pordenone) che ci darà qualche idea sulla vita degli attivisti friulani. Oltre mille chilometri ci separano e sono convinto che abbiamo molto da imparare e magari qualcosa da condividere. Questo è lo spirito del movimento 5 stelle! Nonostante la distanza, grazie ad internet, le distanze si accorciano per diventare quasi inesistenti. Ecco perché la formula 5 stelle funziona.
La soluzione ai problemi è a portata di mano. Se un problema amministrativo accomuna più di una città, è possibile che una di queste abbia trovato già una soluzione a portata di mano. Molto spesso nelle piccole comunità come Scalea, un singolo problema non trova soluzione poiché forze “politiche “ di governo creano problemi nei problemi per giustificarsi con le entità che le hanno sostenute in campagna elettorale. Se un candidato viene sostenuto da un acciaieria, l’eletto non troverà mai una soluzione al problema inquinamento più vicino alla popolazione. Ecco perché una lista m5s non scenderà mai a compromessi. Ecco perché, almeno perché questa è la visione comune agli attivisti, le liste m5s non sono patchwork improponibili.
Nicholas Rinaldi

Le idee. Ecco da dove si parte

Domenica scorsa abbiamo montato il gazebo in piazza Caloprese. Molti ci hanno chiesto se avessimo intenzione di presentare la lista alle prossime elezioni e, come sempre, abbiamo risposto che la lista non è il fine del nostro movimento ma uno strumento. Agli strumenti è necessario uno scopo che ne giustifica l’esistenza. Lo scopo non è altro che soddisfare i bisogni dei cittadini attraverso una raccolta di idee, un processo democratico di valutazione e di confronto sugli argomenti sollevati e una scelta delle strategie per rendere reali e fruibili i punti messi nel programma amministrativo. E’ nostra intenzione, come del resto sta accadendo in tutta Italia, di scrivere il programma nelle piazze e con il confronto diretto con i cittadini. Passione e competenza di migliaia di attivisti messi a disposizione per costruire un futuro migliore per i propri figli. Principi democratici che hanno radici lontane ma che oggi, per la politica contemporanea, molto spesso sono semplici passaggi per abbindolare l’elettorato e garantire il benessere di una ristretta cerchia.
Per le settimane a venire avremo bisogno del tuo contributo per scrivere il programma amministrativo per la nostra città. Perché non farne parte?
Sabato e domenica prossima, dalle 10:00 alle 13:00, saremo nuovamente in piazza con il nostro gazebo per raccogliere le idee, i consigli e il sostegno dei cittadini.
N.B. Come sempre, garantiamo il libero accesso a chiunque sia intenzionato a dare il proprio contributo per il semplice spirito di migliorarsi e migliorare la vita dei membri della propria comunità. Sottolineiamo che non è il nostro scopo costituire una lista ma dare la possibilità a tutti di creare le condizioni perché questa possa esistere.