Le righe più tristi che abbia mai scritto…

… in merito alla partecipazione dei cittadini, e non solo, al benessere del proprio paese.

Non credevamo di essere gli unici, insieme all’associazione WScalea, ad aver aderito concretamente all’apertura dell’amministrazione comunale a contributi, proposte, dei cittadini o delle associazioni per redigere il piano anticorruzione per il prossimo triennio. Eccomi qua a dover commentare la notizia: solo due soggetti si sono interessati alla questione “prevenzione della corruzione”. Mi unisco al commento degli altri che hanno partecipato e aggiungo, ma tutta la calca di candidature a SINDACO di Scalea su cosa si sostiene? Tra i post e i comunicati stampa degli ambiziosi candidati “alla poltrona” che costruiscono la propria candidatura su principi di moralità come se questi fossero caduti da fonti divine, guarda un po’, proprio su di loro. Perdonatemi questa mia scivolata polemica ma non è potuto fare a meno. E’ troppa la mia amarezza. Giuro, ero convinto che la calca ad inviare proposte per il PTPC del Comune di Scalea sarebbe stata enorme pur di ottenere il pezzo da postare su facebook e a mezzo stampa e invece, mi rendo conto e ahinoi non sono il solo, di lotta alla corruzione non frega molto a nessuno. Troppo impegnati a scrivere proclami?
In tutto ciò abbiamo avuto un EPIC FAIL: un imbarazzatissimo “nel caso in cui fossimo ancora in tempo…”. 10 giorni per scrivere due righe non sono tanti ma sono un eternità per un sedicente candidato Sindaco di una città il cui governo è stato sciolto per MAFIA. Sottolineo un eternità.

20160208_091141

 

Lascia una risposta